BATTESIMI (Mat.28:19) battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo”

Le Sacre Scritture ci parlano che occorre andare ad ammaestrare per battezzare.

-         Ammaestrare i popoli (Mat.28:19), rendendo le genti discepoli di Cristo. Proclamando il ravvedimento e la remissione dei peccati, ossia il messaggio della salvezza: nel suo nome si sarebbe predicato il ravvedimento per il perdono dei peccati a tutte le genti” (Luc.24:47).

-         Battezzare le genti (Mat.28:19; Marco 15:16), notiamo che in entrambi i testi, il battesimo è associato alla necessità di ammaestrare quindi di apprendere. Le nostre Chiese battezzano adulti consapevoli della loro scelta di fede, per immersione, secondo le istruzioni di Cristo Gesù. Il battesimo in acqua è correlato al nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, poiché: il Padre che ne è la fonte, il Figlio è il mediatore fra Dio e gli uomini Infatti c'è un solo Dio e anche un solo mediatore fra Dio e gli uomini, Cristo Gesù uomo” (1°Tim.2:5), e lo Spirito Santo è Colui che permette la salvezza sensibilizzando quando al peccato, alla giustizia e al giudizio (Giov.16:8).

L’immergersi nelle acque battesimali è la testimonianza pubblica di essere morto a un vecchio modo di vivere peccaminoso ed essere rinati, per mezzo della nuova nascita (Giov.3:1-5), e vivere una nuova vita in Cristo Gesù: “Chi avrà creduto e sarà stato battezzato sarà salvato; ma chi non avrà creduto sarà condannato” (Marco 16:16).

 



Foto


Battesimi 14-04-2013